cronacaNews

Furto e spaccio: sgominata banda

Il personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano, al termine di un’indagine durata alcuni mesi, ha sgominato una banda dedita ai furti ed allo spaccio di droga. Detta operazione ha portato all’arresto di un 18enne italiano per possesso di stupefacente destinato allo spaccio, nonché alla denuncia a piede libero di 3 minorenni per furto e di un 40enne rumeno per ricettazione. Figure di rilievo della banda risultavano essere due italiani, di 18 e 17 anni, già noti alle Forze dell’Ordine ed un 40enne rumeno. I due giovani, sebbene in contatto tra loro, operavano separatamente, il 18enne F.D. nel campo dello spaccio ed il 17enne in quello dei furti, concentrandosi principalmente sul centro storico fanese. In particolare, F.D. veniva notato dagli agenti del Commissariato aggirarsi con fare circospetto nella zona di Piazza Amiani e dell’ex Chiostro delle Benedettine e soffermarsi nei pressi di alcune scuole medie inferiori ivi presenti, ove si intratteneva con altri giovani, situazione, quest’ultima, che aveva attirato l’attenzione di alcuni Dirigenti scolastici, che non avevano mancato di segnalarla al 113. Ritendo estremamente probabile il coinvolgimento di F.D. in un’attività di spaccio, i poliziotti iniziavano a seguirne i movimenti, infine bloccandolo e trovandolo in possesso di 5 grammi di hascisc e di 60 grammi di cristalli di anfetamina, oltre che di un cellulare rubato. Si stima che detti cristalli, una volta “lavorati”, avrebbero consentito di ricavare circa 600 dosi di pericolosissima droga sintetica, destinata ad essere venduta a giovani e giovanissimi studenti fanesi. Per tale motivo F.D. veniva tratto in arresto.

Il secondo, un 17enne senza famiglia ed in continua fuga dai centri di accoglienza per minori, è ritenuto responsabile di una serie di furti avvenuti tra lo stesso centro storico e il lido, ed in particolare di “colpi” consumati, soprattutto di sera e di notte, ai danni di passanti o all’interno di negozi durante gli orari di chiusura. Dalle investigazioni emergeva che il minorenne in questione compiva furti su commissione di V.C., rumeno 40enne residente a Fano e già noto alle Forze di Polizia. Era infatti quest’ultimo a segnalargli i prodotti sottrarre e da rivendere in seguito sul mercato nero o da esportare in patria. Risultava, inoltre, che il 17enne per consumare i furti si avvaleva saltuariamente della collaborazione di altri 3 minorenni del posto, di età compresa fra i 13 ed i 14 anni, ai quali offriva denaro contante (circa 50 euro a testa). Nel corso delle successive perquisizioni, gli agenti del Commissariato di P.S. di Fano rinvenivano una pesante macchina da caffè professionale, asportata da un chiosco del lungomare fanese, 2 biciclette, 3 telefoni cellulari ed alcune carte di credito. Tutto materiale rubato che veniva riconsegnato ai legittimi proprietari.

Nel corso dell’indagine, numerosi sono stati i controlli effettuati dalla Polizia nei pressi di istituti scolastici cittadini, comprese le scuole medie inferiori, oltre che nei confronti di luoghi di ritrovo giovanile come la zona del Pincio, della stazione ferroviaria e dei passeggi. In tali occasioni, gli agenti del Commissariato hanno sottoposto a controlli diversi studenti, trovando due 15enni in possesso di spinelli e segnalandoli quali assuntori di droga alla Prefettura di Pesaro. Ad altri due 15enni, sorpresi a gareggiare con i loro ciclomotori difronte ad un istituto scolastico senza indossare i caschi, venivano contestate infrazioni al Codice della Strada e gli venivano ritirate le carte di di circolazione dei motorini.

Previous post

Tornano alla grande con la sfilata sulle scale del Duomo le Serate Ducali di Urbino

Next post

Calcutta in concerto a Urbino e le Città del Libro Festival Domenica 19 giugno

M

M

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.