News

La Prefettura riduce il numero dei profughi a Borgopace, il sindaco ringrazia con una lettera

Accolgo con sollievo la notizia della decisione da parte della Prefettura di ridurre in modo significativo il numero dei richiedenti asilo nel mio comune. Ringrazio pertanto il Prefetto e i nostri rappresentanti politici che si sono adoperati in questo senso. Non so ancora quali saranno le soluzioni concrete con cui far fronte al problema ancora più grande e vitale per il mio comune, vale a dire quello di dovermi fare carico in maniera consistente di sei minori non accompagnati.
Ieri ho partecipato con Emma Capogrossi, Referente Anci Marche per l’immigrazione, al tavolo nazionale Anci su tale tematica. E’ indubbio che le criticità di questo sistema di accoglienza, così come gestito, sono ben note a chi di competenza. Infatti l’Anci ha recepito le esigenze dei comuni e sta lavorando in maniera attiva con il Viminale alla puntualizzazione finale del piano nazionale di ripartizione, in una prospettiva non calata dell’alto, ma concordata con i comuni, al fine di riportare la sostenibilità dell’accoglienza in tutto il territorio nazionale. Devo riconoscere l’impegno assunto in maniera costruttiva sia dall’ Anci regionale che dal vice-presidente nazionale Matteo Ricci.
La prossima settimana il presidente dell’Anci Marche Maurizio Mangialardi ha organizzato un incontro a proprio a Borgo Pace coi sindaci dell’Anci regionale per discutere e illustrare novità normative in tema di immigrazione.E’ indubbio che tutti dovranno fare la loro parte.
Ci si sta occupando anche del gravissimo problema dei minori non accompagnati anche se la situazione non è ancora ben definita. In merito a tale problematica la mia Amministrazione non ha tempo da perdere. Spero che anche in questo caso le Istituzioni e la Politica sappiano intervenire d’urgenza, con soluzioni equilibrate e di buon senso.
In merito a certi presidi anti profughi io e la mia amministrazione ci dissociamo nella maniera più assoluta dalle politiche della Lega sull’immigrazione. Come dimostrato nei  due anni e mezzo precedenti la nostra comunità, peraltro drasticamente diminuita nel numero da decenni di significativi flussi migratori verso altri paesi, ha accolto e lavora per l’integrazione.

ROMINA PIERANTONI
Sindaco di Borgo Pace

Previous post

Incontri al femminile. Raccontare l'amore – associazione De.Sidera - Nadia Terranova presenta a Fermignano Gli anni al contrario

Next post

Tutte le associazioni in piazza, è il primo Urbino Sport Festival

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.