News

La città di Urbino si apre alla Cina, protocollo d’intesa con la città di Guanghan

La città di Urbino ha gettato le basi per costruire un patto di amicizia con la città cinese di Guanghan (provincia di Sichuan). La delegazione urbinate, composta dal sindaco Maurizio Gambini e dal consigliere comunale Marianna Vetri, si trova in un viaggio istituzionale nella città cinese, che ha permesso di allacciare un primo contatto con l’obiettivo di sviluppare scambi tra le popolazioni delle due città nel campo della scuola, dello sport, della cultura e del turismo. 
 
“Non si tratta di un gemellaggio, come molti potrebbero pensare, il nostro intento – spiega il sindaco – è di realizzare azioni concrete di collaborazione in questi settori specifici, che possano permettere di aprire nuove opportunità per le nostre due realtà e, in un’ottica più generale, per i nostri due Paesi. Siamo rimasti davvero impressionati dall’ospitalità e dal calore con cui siamo stati accolti, simbolo dell’attenzione con cui la popolazione cinese guarda l’Italia”. Dopo la presentazione da parte dell’Amministrazione di Guanghan di alcune realtà più rappresentative nel campo della scuola, dello sport, delle attività culturali e produttive, oggi (venerdì 15 settembre) i due sindaci hanno sottoscritto un protocollo di intesa che intende portare alla costruzione di un vero patto di amicizia tra le due città da sviluppare nei mesi e negli anni a venire. 
 
“Molto significativa – commenta il sindaco – è stata la visita al museo di Sanxingdui che ci ha fatto scoprire le bellezze archeologiche della ricca e antica cultura cinese. In questo campo abbiamo ipotizzato di aprire una collaborazione nella quale intendiamo chiedere la partecipazione della Scuola di Conservazione e Restauro dei Beni Cultuali dell’Università”. 
 
Anche lo sport, in particolare il calcio, ha avuto un ruolo importante nel confronto, aggiunge il consigliere Vetri: “Abbiamo visitato una scuola primaria specializzata nello studio del calcio, che ci ha fatto pensare a scambi e approfondimenti nel campo della formazione specifica dei tecnici. Nel settore della formazione e dell’educazione, inoltre, abbiamo già chiesto, prima della nostra partenza insieme anche all’assessore Guidi, il coinvolgimento degli istituti scolastici urbinati, perché pensiamo che lo scambio culturale tra le nostre popolazioni possa aiutare il confronto delle giovani generazioni, che in un futuro sempre più prossimo si dovranno necessariamente incontrare”. 
 
Il progetto non si concluderà con questo viaggio, infatti nei prossimi mesi l’Amministrazione si concentrerà anche nell’allacciare contatti con le nostre realtà locali che potrebbero essere interessate a collaborare concretamente con la realtà cinese di Guanghan con l’intento di creare rapporti proficui e duraturi. Il sindaco Gambini ha invitato ufficialmente il sindaco di Guanghan a visitare la nostra città nella prossima primavera.
 
Previous post

I carabinieri della radiomobile hanno arrestato un 28enne pakistano sorpreso con 1 etto di marjuana

Next post

"Scompaiono laghi"

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.