Sport

La pallavolista Elisa Cella ai centri sportivi Jump per le “Giornate con il campione”

 

Mercoledì 11 luglio alle ore 9.30 l’atleta testimonial della Lega di Pallavolo Femminile Serie A Elisa Cella sarà ospite ai centri estivi sportivi Jump, ai campi di rugby, per raccontare non solo il suo stile di vita di campionessa sportiva e per condividere la sua esperienza vissuta in Uganda per il progetto di educazione, salute e informatica “Mano nella mano” della Federazione Italiana Volley.

La  36enne pallavolista toscana già nazionale azzurra e fresca vincitrice dello scudetto con l’Imoco Conegliano ora neo acquisto della Golden TulipVolAlto 2.0 Caserta (A2)anche quest’anno ha accettato l’invito di Asi Pesaro, Cooperativa Polis e SsdSportfly per le “giornate con il campione” durante il quale gli iscritti ai centri estivi sportivi dei Bagni Carlo e Trave potranno incontrare faccia a faccia con la campionessa.

In UgandaElisa Cella e le altre pallavoliste che hanno partecipato al progetto, Valentina Diouf, Gaia Moretto e Vittoria Repice, si sono occupate di far trascorrere momenti di gioia ai bambine e le bambine africane organizzando dei camp di pallavolo, donando un momento di gioia e divertimento ai bambini operati alle mani dal prof. Lanzetta, responsabile dell’iniziativa e dalla sua equipe.

Chi invece parlerà ai bambini di tutt’altre esperienze, ma sicuramente non meno importanti, è il sindaco Massimo Seri.

All’evento parteciperà anche il Club Panathlon Fano, da anni storica associazione del territorio che si propone di approfondire, divulgare e difendere i valori dello sport, inteso come strumento di formazione e di valorizzazione della persona.

Sia il sindaco Massimo Seri che Elisa Cella saranno presenti il giorno successivo per la reunion dei membri dei campi estivi sportivi durante il Jump Day, che nella sola Fano conta oltre 500 partecipanti.

 

 

 

 

 

Previous post

Poesia alla riscossa su "La Punta della Lingua"

Next post

Urbino riscopre la vocazione per il teatro: Standing ovation per Matthias Martelli e per la prima edizione di Urbino Teatro Urbano

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *