cronacaNews

Maltempo: a Pesaro e Tavullia chiesto lo stato di emergenza

E’ stata una scarica di bombe di ghiaccio grandi come mele,quelle che si abbattuta su Pesaro a partire dalle 19,causando danni incalcolabili e feriti. Alcune  persone si sono recate al pronto soccorso con lesioni dovute ai chicchi di grandine. Migliaia le auto danneggiate con ammaccature e vetri rotti. In moltissime mansarda della città sono andati in frantumi anche i lucernai. Al momento una delle situazioni più gravi sembra essersi verificata in un’azienda,in zona Pica, dove sarebbe crollata una parte del tetto.

Il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci: «Grandinata mai vista: sono tanti i pesaresi che hanno avuto danni per auto, edifici e colture agricole. Parecchi sono senza copertura assicurativa.Non vogliamo creare eccessive aspettative, ma abbiamo deciso di richiedere al governo nazionale lo stato di calamità per l’agricoltura e lo stato di emergenza per il resto dei danni. Abbiamo anche chiesto alla Regione Marche di attivare subito le procedure. Intanto  i danni possono essere segnalati all’assessore Luca Bartolucci, con una mail a ‘l.bartolucci@comune.pesaro.pu.it’».

Il Sindaco di Tavullia, Francesca Paolucci  informa che: “Nella giornata di ieri 16 luglio dalle ore 18.30 circa, il territorio del comune di Tavullia è stato colpito da una eccezionale grandinata che ha provocato molti danni sia alle colture sia a strutture pubbliche e private (soprattutto aziende che oggi hanno dovuto interrompere le produzioni), oltre ai tanti veicoli danneggiati. Abbiamo chiesto lo STATO DI EMERGENZA, a Regione e Governo, con la speranza che possa essere accolto per poter sostenere le ingenti spese di ripristino di edifici e macchinari produttivi , e risarcimento danni in generale”.

Uomini e mezzi della Provincia di Pesaro e Urbino (Servizi Viabilità e Pronto intervento) sono stati impegnati da lunedì sera fino a questa mattina sulla strada provinciale 25 “Panoramica Ardizio” per rimuovere le numerose piante finite sulla carreggiata a causa dell’ondata di maltempo che si è abbattuta sul territorio. Numerosi gli interventi durante la notte ed è stato necessario anche il supporto di una ditta esterna vista la grande quantità di piante divelte dalla furia della grandine e del vento. Altri interventi della Provincia sulla Sp 60 “Sanatorio – Candelara” (zone Novilara, Candelara) a supporto dei vigili del fuoco per alberi caduti o pericolanti e sulla Sp 5 “Mondaviese” (zona Ghirlandino – Sant’Ippolito) per rimuovere una frana da monte causata dal maltempo, che aveva invaso la carreggiata.

Previous post

Da Mosca a Rio Salso: Campionati Mondiali di Tiro a Volo

Next post

Simona Ricci (CGIL): Nelle Marche non vi sono politiche sociali

M

M

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.