Attualità

Turismo, Ricci agli albergatori: «Presa strada giusta, ora insistere»

Assemblea Apa, il sindaco: destagionalizzare e puntare sulle unicità, serve progetto per la zona sud di viale Trieste. Venerdì Stati Generali a Palazzo Antaldi 

PESARO – «Sul turismo la strada è ancora in salita, ma la sensazione è che abbiamo preso la direzione giusta. E stiamo facendo passi avanti». Matteo Ricci ne discuterà agli Stati Generali con gli operatori venerdì 19 ottobre, dalle 9, a Palazzo Antaldi. Intanto arriva l’assaggio nell’assemblea degli albergatori. «Stiamo provando a ristrutturare faticosamente la nostra economia. Cosa complicata, perché significa cambiare mentalità. Tenendo insieme investimenti pubblici e privati». Resta la linea: «La promozione – osserva il sindaco – spetta alla Regione, ma le città possono fare marketing. Sulla base delle loro unicità». Anche per questo, «insistiamo sul turismo culturale. Costruendo alleanze con città medie della cultura come Matera, Palermo, Parma, Mantova. Mettiamo in rete proposte per un’offerta che vada oltre l’asse tradizionale Roma-Firenze-Venezia. L’anno rossiniano aiuta, può darci visibilità da spendere anche in futuro. Dopo il 150esimo, a marzo 2019 ci candideremo a ‘città europea della cultura 2033’. Spero con Urbino». Non solo: «Continueremo a ristrutturare tutti gli impianti, per cercare di intercettare altri grandi eventi sportivi. Come fatto per Golden Age, Mondiali di ginnastica, Coppa Davis. Nei prossimi giorni, in proposito, parteciperemo a un incontro specifico al Coni. Faremo il punto sulle prossime manifestazioni internazionali, ragionando su quelle a cui potremmo candidarci come sede ospitante». Tra gli investimenti, Ricci include l’auditorium della musica che nascerà dalla riqualificazione del vecchio palas: «Una struttura con la capienza che mancava alla città. Lo abbiamo visto con Patti Smith al teatro Rossini: in un’ora, sono stati venduti gli 850 biglietti disponibili. Il nuovo auditorium  sarà una location perfetta per appuntamenti di questo tipo. Da duemila posti».  Inciso sulla destagionalizzazione: «Vogliamo allargare la finestra natalizia. Se tutto andrà bene, inaugureremo la torre panoramica il 10 novembre alla Palla. Resterà fino a settembre: sarà un’unicità a livello nazionale, per caratterizzarci anche in ottica balneare». Ancora: «Sabato 17 novembre è in programma la Notte Bianca della Musica, nel clou del 150esimo. E accenderemo la piazza di Natale il 24 novembre. Un mese di grande promozione, in un periodo solitamente vuoto nella programmazione. A febbraio, poi, porteremo le luminarie di Marras da Alghero a Pesaro, per abbellire ancora di più la città». Chiusura con le criticità: «Serve un progetto sulla zona sud di viale Trieste. Il tema del Genica va affrontato. E abbiamo bisogno di più alberghi. Con maggiore qualità. Con l’Apa, peraltro (presente il presidente Fabrizio Oliva e il vice Alessandro Tomassini, al tavolo con Angelo Serra e Amerigo Varotti di Confcommercio) c’è grande collaborazione». Infine: «Tifiamo per l’aeroporto di Ancona. Ci auguriamo un potenziamento, così come per Rimini. Ma non possiamo non guardare in prospettiva a Bologna, con cui serve un’alleanza sempre più stretta. E’ l’hub del nostro territorio, anche per l’alta velocità».

(f.n.)

Previous post

Pergola, evade dai domiciliari ed in preda ai fumi dell’alcool va alla stazione dei carabinieri a protestare per i troppi controlli: arrestato.

Next post

Polveri sottili: Pesaro vietata agli Euro3

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.