Attualità

Nuovo Ponte della Selva grossa, un progetto realizzato a tre voci: Pesaro, Tavullia e Marche Multiservizi

Pesaro, 21 novembre 2018

Inaugurazione con Tavullia e Marche Multiservizi. Il sindaco: così togliamo traffico pesante dal centro abitato, bene le rotonde

Nuovo ponte a Case Bruciate, Ricci: «Più sicurezza e qualità della vita per i residenti del quartiere»

PESARO – Conclusi i lavori di ampliamento del ponte di Case Bruciate, all’incrocio tra via della Selva Grossa e via del Pantano. Ampliata la larghezza del ponte, rifatto ex novo, che raggiunge così i 14 metri transitabili. Investimento in compartecipazione tra Comune di Pesaro, Comune di Tavullia e Marche Multiservizi. «Per un totale complessivo di circa 200mila euro», osserva l’ad Mms Mauro Tiviroli. Così Matteo Ricci: «Si tratta di un intervento storico e atteso da tempo. Prima c’era un imbuto che creava grandi problemi, portando il traffico pesante verso Case Bruciate. Con disagi per i residenti, ma anche per i camionisti che gravitano intorno all’area industriale e  per gli operatori diretti verso la discarica. Sistemiamo uno dei nodi più complicati della zona, aumentando la sicurezza e la qualità della vita dei residenti». Ancora: «L’ampliamento del ponte cambierà la viabilità – spiega il sindaco, affiancato dall’assessore Enzo Belloni -, consentendoci di fare l’ordinanza per togliere i mezzi pesanti dal centro di Case Bruciate. Importante anche il lavoro realizzato per la regimentazione delle acque». Sulla rotonda di Borgo Santa Maria: «Dopo la modifica all’ingresso su Strada del Foglia, la sperimentazione procede molto bene. Ci sarà un incontro con il quartiere a gennaio, ma quasi certamente la renderemo definitiva nel 2019. Bene anche la piccola rotatoria all’ingresso di Case Bruciate, che ha ridotto drasticamente gli incidenti gravi. Una rotonda temporanea, in attesa di quella definitiva che realizzerà Autostrade». Insomma: «C’è una progettualità sulla viabilità che sta prendendo corpo. L’ampliamento del ponte è un tassello importante», sottolinea Ricci. «Il ponte migliora il collegamento con l’area industriale di Tavullia, che ospita tante imprese. Dotare il territorio di migliori infrastrutture è un’azione concreta per sostenere la loro attività», rimarca il sindaco di Tavullia Francesca Paolucci. «L’intervento si è concluso in poco più di tre mesi. Rispettando i tempi previsti e gli impegni presi quando le  due amministrazioni comunali, per maggiore celerità, ci hanno affidato il ruolo di stazione appaltante. Siamo soddisfatti», commentano il presidente di Marche Multiservizi Massimo Galuzzi e l’amministratore  delegato Mauro Tiviroli.

Previous post

NOIR COME L’INCHIOSTRO: “Urbinoir”: inaugurazione con la mostra su Diabolik di Giuseppe Palumbo -

Next post

"Le Aree di naturale esondazione del fiume Foglia". Una soluzione innovativa e vantaggiosa per salvare i centri abitati in caso di piene

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.