News

Giustizia o vendetta? Ilaria Cucchi a Nuove Resistenze 2019 per ANPI Valmetauro

Fermignano, Salone comunale 22 marzo 2019

#LiberiTutti 2019, la resistenza come filo rosso per leggere il presente
#LiberiTutti, giunto ormai alla quarta edizione, non è solo il programma delle iniziative dell’ANPI Valmetauro per il 2019, ma negli anni è diventato una vera e propria rassegna con cui l’Associazione Nazionale dei Partigiani vuole costruire una cultura del confronto.
Il fine è la creazione di una scuola sociale sui temi che interessano il nostro Paese, ascoltando direttamente i testimoni di queste nuove resistenze, senza filtri. In questo modo va letta la tavola rotonda di venerdì 22 marzo al Salone Comunale di Fermignano. Un confronto di alto livello sui Diritti e sui danni che il cosiddetto populismo giustizialista ha recato alla cultura sociale e solidale del paese.
Si parte con Ilaria Cucchi: un’eroina moderna che da sola, contro l’indifferenza di parte delle istituzioni e la connivenza di apparati deviati e criminali, ha combattuto e sta combattendo una battaglia di verità e di giustizia. Anche alla luce degli ultimi avvenimenti processuali, oggi più che mai si tratta di una battaglia che riguarda ogni cittadino italiano. Per questo siamo emozionati ed orgogliosi di ospitare Ilaria insieme a Fabio Anselmo, Elia De Caro, Difensore Civico di Antigone e Dafne Ballerini di Antigone Marche.

Il dibattito di venerdì sera, è solo il primo di una serie di iniziative legate da un filo rosso: la resistenza. Quella di una singola persona (Ilaria) e quella di una sola comunità: il Comune di Riace che sul tema dellìaccoglienza ha fatto storia, resistendo alle speculazioni e agli infangamenti.
Infine, la resistenza di un solo territorio, quello colpito dal terremoto del centro Italia. In quell’occasione, si discuterà di gestione dell’emergenza e soprattutto di ricostruzione culturale e sociale.

Alessandro Betonica

Presidente ANPI Valmetauro

Previous post

Rubano mezzi agricoli e assaltano il distributore sulla montelabbatese ma rimangono a mani vuote

Next post

Nuove procedure per il rilascio dei passaporti in provincia di Pesaro e Urbino

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.