News

Una “Task Force Edilizia scolastica” all’IIS “Raffaello” di Urbino, inserito nella graduatoria Miur, sopralluogo il 15 novembre

“accelerare gli interventi mediante presidio degli stessi e affiancamento agli enti locali beneficiari di finanziamenti, garantendo il pieno utilizzo delle risorse assegnate”

URBINO – Su richiesta del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sono in corso in questo periodo, negli istituti scolastici di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria rientrati nelle graduatorie del bando “Sisma 120” del Miur (che finanzia interventi di messa in sicurezza, adeguamento antisismico e/o nuova costruzione di edifici pubblici ad uso scolastico statale nelle quattro regioni del centro Italia colpite dal sisma 2016 e 2017), una serie di sopralluoghi da parte della “Task Force per l’edilizia scolastica” dell’Agenzia per la coesione territoriale.

Venerdì 15 novembre, tre ingegneri della “Task Force Edilizia scolastica – Marche” effettueranno un sopralluogo all’I.I.S. “Raffaello” di Urbino, risultato quinto nella graduatoria del Miur, beneficiario di un finanziamento di 5 milioni di euro (più 2 milioni di euro di cofinanziamento della Provincia di Pesaro e Urbino) per l’intervento di demolizione e ricostruzione.

La “Task Force Edilizia scolastica”, come evidenziato nella lettera inviata dall’Agenzia per la coesione territoriale al presidente della Provincia Giuseppe Paolini e al dirigente del Servizio Edilizia scolastica Maurizio Bartoli, è stata istituita nel 2013 con l’obiettivo di “accelerare l’attuazione degli interventi mediante il presidio degli stessi e l’affiancamento agli enti locali beneficiari di finanziamenti, garantendo il pieno utilizzo delle risorse ad essi destinate”.

Previous post

Servizio di elisoccorso regionale, appalto aggiudicato alla Babcock Mission Service Italia

Next post

Elisoccorso fermato dai ricorsi: mancano le elisuperfici idonee al servizio

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.