economia

Affitti per botteghe e negozi, credito d’imposta al 60% per il mese di marzo. Ecco come fare e chi può usufruirne. Le indicazioni della CNA

PESARO – Credito di imposta sui canoni di affitto per botteghe e negozi. La CNA di Pesaro e Urbino informa cosa è previsto a decorrere dal 25 marzo in base alle nuove disposizioni del Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri.

A tal riguardo occorre sapere L’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo da indicare nel modello F24 per l’utilizzo in compensazione, a decorrere dal 25/03/2020, del credito d’imposta sui canoni di locazione per botteghe e negozi.

La norma riconosce ai soggetti esercenti attività d’impresa, per il 2020, un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di Marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1. L’agevolazione è quindi a favore dei soggetti conduttori ed è calcolata sul canone contrattualmente riferibile a Marzo. Tuttavia, la relazione tecnica al decreto si esprime concedendo il credito d’imposta alle “spese sostenute nel mese di Marzo 2020” a titolo di canone di locazione.

Sono escluse dall’agevolazione le imprese le cui attività sono indicate negli allegati 1 e 2 del DPCM 11/03/2020 e cioè quelle per cui è consentito tenere aperto.

MODALITÀ DI UTILIZZO

Il credito d’imposta è utilizzabile unicamente in compensazione (ai sensi dell’art. 17, D.Lgs. 241/97) tramite mod. F24, da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. A tal fine, l’Agenzia ha istituito il codice tributo:

“6914” denominato “Credito d’imposta canoni di locazione botteghe e negozi – articolo 65 del decreto- legge 17 marzo 2020, n. 18”.

da esporre nella sezione “Erario”, nella colonna “importi a credito compensati” (oppure, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento, nella colonna “importi a debito versati”).

Il campo “anno di riferimento” deve essere valorizzato con l’anno per il quale è riconosciuto il credito d’imposta, nel formato “AAAA” (quindi “2020”).

  • Per ulteriori informazioni rivolgersi agli Uffici territoriali della CNA
Previous post

A Urbino Costante monitoraggio ad anziani non autosufficienti e persone con disabilità

Next post

CNA Pesaro-Urbino fa chiarezza sulle disposizioni del DPCM: Idraulici, elettricisti, lavanderie e tintorie. Ulteriori chiarimenti su chi può continuare a lavorare

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.