economia

40 GIORNI DI LOCKDOWN RICOGNIZIONE STATISTICA DI CAMERA MARCHE

A un mese e mezzo dalle ultime misure disposte dal Presidente del Consiglio per il contenimento del contagio e alla vigilia dei nuovi provvedimenti in vista dell’avvio della prossima fase 2 , Camera Marche fornisce una sintetica ricognizione dell’attività d’impresa nella nostra regione; questo nell’ottica di mettere a fuoco al meglio la situazione del tessuto economico regionale individuando quali realtà aziendali hanno proseguito nella loro attività  mediante comunicazione alle Prefetture, la loro quantità, la frequenza delle sospensioni disposte dai Prefetti; questo  con l’obbiettivo di mettere a punto le strategie più efficaci in vista della ripresa 
 
In valore assoluto, tutti i numeri sono conseguenza di 2 mesi di lockdown – spiega il presidente della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini -, ma indicano anche che i processi digitali non si sono fermati e, soprattutto, rappresentano tracce chiare di un sistema economico che, sia pure in una situazione di stress estremo, ha continuato a essere attivo e si sta preparando con grande energia e senso di responsabilità alla ripresa delle attività”. “La conoscenza, lo studio e l’interpretazione anche anticipata di dati e informazioni – aggiunge – consente alla Camera di Commercio delle Marche di aggiungere una nuova missione: diventare una sorta di abilitatore della competitività delle nostre Pmi, fornendo loro ulteriori pilastri sui quali costruire una possibile ripresa”.  
 
Nel documento coi dati Movimprese, vengono indicati anche quelli sulla Cassa Integrazione Guadagni, i numeri delle aperture potenziali distinte per provincia e i dati sulle segnalazioni di proseguo attività. Viene fornito anche l’indicatore dei servizi richiesti dalle imprese rimaste aperte che si sono rivolte a Camera Marche: c’è ancora chi brevetta, interagisce coi partner esteri; in un mondo produttivo che si è trasferito perlopiù su web è essenziale la firma digitale  come pure la formazione webinar: gli imprenditori marchigiani partecipano alle attività seminariali on line (100 iscritti in media a corso) e propongono temi di interesse. I più richiesti : commercio on line e market place. Attesa per l’appuntamento, sempre gratuito, di mercoledì 29  aprile alle 14.30, organizzato con UBI Banca, su un comparto destinato a mutare profondamente in questi mesi: l’internazionalizzazione.
Previous post

Urbania: Duecento cesti di bontà in vendita per aiutare la Protezione Civile

Next post

AL VIA L'INIZIATIVA TEATRASCUOLA DELIVERY

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.