Società

La danza delle scarpette rosse ai centri estivi Jump di Marotta.

Due laboratori di mosaico per dire no alla violenza sulle donne e di genere. I gruppi formati da bambini di 3/6 anni e 6/12 anni si sono avvicinati ad un argomento molto importante per la loro crescita, sensibilizzare all’approccio non violento verso l’altro. I bambini interessati al laboratorio e a ciò che rappresenta si sono applicati donando e dimostrando la loro grande umanità.  Gli educatori hanno voluto per i ragazzi questi laboratori proprio per argomentare il tema, i centri estivi sportivi Jump accolgono in piena sicurezza bambini dai 3 ai 14 anni che possono cimentarsi in attività sportive in primis, laboratori, attività creative grazie al continuo lavoro ed aggiornamento di uno staff esperto e qualificato che pone al centro del proprio lavoro il sano sviluppo psicomotorio di ogni bambino. I centri estivi sportivi Jump, organizzati da Asi Pesaro-Urbino, Cooperativa Polis e Ssd Sportfly, partono da Fano 15 anni fa e grazie al consenso di migliaia di famiglie diventano un punto di riferimento nella provincia di Pesaro-Urbino ma anche per la provincia di Ancona. La voce dei bambini unita al coro per dire no alla violenza e grazie anche al loro contributo la danza delle scarpette rosse prende sempre più forma, l’iniziativa vede insieme il comune di Mondolfo e l’associazione culturale Chiaro Scuro, le opere saranno istallate in modo permanente a decorazione del lungomare Cristoforo Colombo di Marotta come monito e spunto di riflessione per chi l’osserva. Il nome dell’iniziativa la danza delle scarpette rosse nasce con l’intento e la speranza che il simbolo della scarpetta rossa si affermi come un’icona di liberta, indipendenza, di passione e amore per le donne, un percorso di sensibilizzazione, di comunicazione e di condivisione di storie e idee, punti di vista su una problematica a cui non si può essere indifferenti. Le danza scarpette rosse è un’opera in mosaico che prevede il coinvolgimento di cittadini, delle associazioni e artisti nazionali e internazionali e rientra nel progetto “mosaichiamo la città” , l’inaugurazione avverrà il prossimo 25 novembre 2020 proprio nel giorno in cui si celebra la giornata internazionale per l’ilòiminazione della violenza sulle donne. Ringraziamo quanti contribuiscono alla realizzazione del progetto e la ditta d.CASA per averci fornito gratuitamente il materiale in ceramica di colore rosso.

Previous post

Festa del Duca - Raffaello Theatrum Urbino 11/14 agosto 2020

Next post

EVENTO CINEMA E LIBRI: OLIVER STONE NELLE MARCHE

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.