Società

POLITICHE GIOVANILI, SCADONO A SETTEMBRE I TERMINI PER LE DOMANDE DEI PROGETTI ‘AGGREGAZIONE’ E ‘OSTHELLO’

Scadono il 10 e il 14 settembre i termini per la presentazione delle domande per ‘aggregAzione 3° edizione’ e ‘ostHello’, i progetti rivolti ai giovani marchigiani di età compresa tra i 16 e 35 anni programmati nell’ambito del piano biennale 2020/2021 delle politiche giovanili che promuovono nuove modalità e forme di aggregazione e incontro attraverso iniziative culturali, formative e attività di orientamento.

L’obiettivo di ‘aggregAzione 3° edizione’, a cui la Giunta regionale ha destinato 822.828,93 euro, è favorire nuove modalità e forme di aggregazione e di incontro dei giovani attraverso iniziative culturali, formative, di orientamento e appositi centri o spazi aggregativi. Nell’ottica di promuovere la centralità e la trasversalità di specifiche politiche a favore dei giovani in una prospettiva di sviluppo culturale, sociale ed economica della collettività, per sostenere la crescita della cultura della cittadinanza attiva tramite nuove forme e strumenti di partecipazione inclusiva dei giovani alla vita sociale e politica dei territori, per assecondare aspettative di autonomia e realizzazione anche mediante la promozione di partecipazione diretta ad attività culturali e sportive. I soggetti beneficiari sono le Associazioni Giovanili iscritte nell’elenco regionale Organizzazioni di Volontariato della Regione Marche (ODV), le Associazioni di Promozione Sociale della Regione Marche (APS) e le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) iscritte all’Anagrafe dell’Agenzia delle Entrate.

L’intervento ‘ostHello’, a cui sono destinati 292.447,82 euro, vuole offrire opportunità di promozione e sviluppo del territorio regionale colpito dal sisma, valorizzando luoghi e strutture destinate all’accoglienza e incontro giovanile come ostelli, case vacanze o foresterie anche attraverso attività promosse da e per i giovani. I soggetti beneficiari sono i Comuni ricadenti nel territorio del cratere in partenariato.

Tenuto conto della situazione di emergenza epidemiologica connessa al COVID-19, tutte le attività progettuali dovranno realizzarsi nel rigoroso rispetto delle misure di contenimento e gestione della stessa previste a livello nazionale e promuovere ogni utile iniziativa per assicurare l’osservanza delle limitazioni previste. Il sistema del servizio politiche giovanili continua infatti a garantire gli obiettivi di inclusione e coesione sociale a favore dei territori e delle comunità, con particolare riferimento alle azioni di sostegno ai giovani in zone già colpite duramente da eventi sismici.

Previous post

Libano: Save the Children, a causa dell'esplosione, i bambini rischiano di non poter essere curati in ospedali al collasso

Next post

Misure per il commercio: dalla Regione 846 mila euro destinati agli investimenti in sicurezza, ai Centri commerciali naturali, ai negozi di prodotti sfusi. Bora: “Incentivi per la ripartenza”

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.