appuntamenti

TORNA IN SCENA “DIVINISSIMO” per #raffaello500 – Sant’Angelo, Urbino e Isola del Piano

Alla ricerca del “Divin Pittore” tra comicità, arte, storia e grandi sentimenti

9 agosto S. Angelo in Vado

13 agosto Urbino, 8 settembre Isola del Piano

Un’estate all’insegna del teatro di qualità e della comicità quella proposta da UTU #piazze, la rassegna che animerà fino all’8 settembre i più bei borghi del Montefeltro e Alta Valle del Metauro con spettacoli, laboratori, incontri.

Apre la programmazione uno spettacolo diventato ormai un “classico”: DIVINISSIMO di Michele Pagliaroni, riallestito con una nuova compagnia in occasione dei 500 anni dalla nascita di Raffaello Sanzio. Il 9 agosto in piazza Umberto I a S. Angelo in Vado alle 21.30 in scena il Rinascimento, l’Arte e la Commedia in un intreccio ricco di invenzioni e colpi di scena: Sebastiano del Piombo, Giulio Romano, Agostino Chigi sono solo alcuni dei personaggi storici che prenderanno vita in questo gioco comico perfetto attraverso cui il pubblico potrà respirare l’atmosfera di un’epoca mitica. Lo spettacolo, vincitore di numerosi premi, torna in una nuova veste grazie alla travolgente interpretazione di un’affiatatissima compagnia di giovani attori: Giacomo Lilliù, Giacomo Stallone, Alessandro Blasioli, Irene Girotti, Emanuele Contadini e Daniele Targhini.

Divinissimo racconta la figura di Raffaello Sanzio facendone rivivere il carisma attraverso le diverse prospettive di altri personaggi che, complice lo scherzo beffardo del caso, si trovano ad incrociare le proprie strade con quella del magister di Urbino. Dalle loro differenti visioni emerge uno sguardo nuovo sull’artista: non solo l’angelico pittore dei Papi, ma un uomo complesso, a tratti enigmatico, la cui biografia si confonde con il mito. Sotto una simile egida è costruita questa farsa comica e lirica che vede in azione due amanti improbabili, una combriccola di pittori pasticcioni e l’ombra altera del “divinissimo” che aleggia per tutto lo spettacolo. Il testo è un’opera originale che si ispira ai meccanismi drammaturgici della farsa italiana ma se ne discosta in maniera decisa affidando il proprio messaggio morale anche a momenti intensamente lirici e poetici che fanno tesoro della lezione del teatro del Novecento.

Divinissimo sarà in scena anche in Urbino nella straordinaria cornice di Piazza Duca Federico il 13 agosto in occasione de “La Festa del Duca” e poi l’8 settembre a Isola del Piano (Piazzetta “al Montone”). Lo spettacolo sarà allestito sul palco da commedia costruito per l’occasione dagli allievi del corso “Fai il tuo teatro” (Urbino, 10-17 luglio) guidati dal maestro Stefano Perocco di Meduna. La replica del 14 agosto prevista a Sassocorvaro è stata rimandata per motivi logistici.

Tutte le iniziative si terranno nel pieno rispetto delle norme sanitarie grazie all’uso in tutte le occasioni dal vivo di GoDot: il primo protocollo di gestione dei flussi di pubblico nel rispetto delle normative anti contagio, uno strumento innvativo costituito da sistema di segnaletica disegnato ad hoc da ISIA U e una serie di strumenti tecnologici, implementati da Digit srl, spin off dell’Università di Urbino. UTU #piazze è anche un’occasione per valorizzare il territorio attraverso il teatro, con residenze artistiche nei paesi – come quella di “Divinissimo” al Teatro Zuccari di Sant’Angelo in Vado – e agevolazioni per conoscere e visitare il patrimonio artistico locale. Si comincia con una promozione speciale per la serata di apertura (9 agosto), con visita guidata alla Domus del Mito e anteprima di “Divinissimo” a soli 10€ (prenotazione tramite info@urbinoteatrourbano.it o Ufficio Turistico di Sant’Angelo in Vado, +39 342 355 7996)

UTU #piazze nasce dalla collaborazione tra CTU “Cesare Questa” dell’Università di Urbino, Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Urbino, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, Club per l’Unesco di Urbino e del Montefeltro, Unioni Montane Alta Valle del Metauro e del Montefeltro, Comuni di Piobbico, Sant’Angelo in Vado, Isola del Piano, Sassocorvaro Auditore, Carpegna, Macerata Feltria, Fondazione Ca’ Romanino, IMAB Group e EPTA gruppo.

Informazioni info@urbinoteatrourbano.it | www.urbinoteatrourbano.it

Il biglietto degli spettacoli è fissato a un prezzo popolare dai 3 agli 8€.

GoDot https://www.urbinoteatrourbano.it/godot/

Sostieni UTU#piazze https://www.gofundme.com/f/urbino-teatro-urbano-piazze

PROSSIMI APPUNTAMENTI UTU #PIAZZE

(Il calendario è soggetto a variazioni, consultare il programma aggiornato su www.urbinoteatrourbano.it)

27 agosto, ore 21:30: Oggi Sonsano, domani chissà di Aureliano Delisi– Carpegna

28 agosto, ore 21:30: Otello, regia Carlo Boso  – Piobbico

30 agosto, ore 21:30: Otello, regia Carlo Boso – evento speciale IMAB group [UTU#piazze in azienda]

1 settembre, ore 21:30: Otello, regia Carlo Boso – Urbino

3-6 settembre: “Una vita da lettore” educazione alla lettura per l’infanzia – Macerata Feltria e Carpegna.

6 settembre, ore 21;30: Il Circo Pouët, compagnia Pouët – Macerata Feltria

DIVINISSIMO

1520 – 2020 #RAFFAELLO500

testo e regia Michele Pagliaroni

con Giacomo Lilliù, Giacomo Stallone, Alessandro Blasioli, Irene Girotti, Emanuele Contadini, Daniele Targhini

costumi Sonja Signoretti, Erika Giacalone

luci Francesco Mentonelli

scenografia Fabiola Fidanza, Giulia Maione, Giuliana Rinoldo, Monica Scaloni

manifesto Dalila De Dominicis

produzione 2020 CTU Cesare Questa / Accademia Raffaello

con la collaborazione di Comune di Sant’Angelo in Vado, Fondazione Ca’ Romanino, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Comune di Urbino, CUUM Unesco

Benemerenza dell’Accademia Raffaello

Premio del pubblico festival FACT2018

Premio della giuria festival FACT2018

Selezione ufficiale festival Fècule di Lousanne (Svizzera)

Nell’anniversario dei 500 anni dalla morte di Raffaello torna la commedia che dalla sua prima edizione (2017) ha mietuto premi e consensi in Italia e all’estero. Una nuova compagnia di giovani professionisti provenienti da tutta Italia si è riunita a Urbino, città natale del grande pittore, per inseguire le tracce di un Genio.

Divinissimo racconta la figura di Raffaello Sanzio facendone rivivere il carisma attraverso le diverse prospettive di altri personaggi che, complice lo scherzo beffardo del caso, si trovano ad incrociare le proprie strade con quella del magister di Urbino. Dalle loro differenti visioni emerge uno sguardo nuovo sull’artista: non solo l’angelico pittore dei Papi, ma un uomo complesso, a tratti enigmatico, la cui biografia si confonde con il mito.

Il Rinascimento, l’Arte e la Commedia si intrecciano in uno spettacolo ricco di invenzioni e colpi di scena. Sebastiano del Piombo, Giulio Romano, Agostino Chigi sono solo alcuni dei personaggi storici che prenderanno vita in questo gioco comico perfetto attraverso cui il pubblico potrà respirare l’atmosfera di un’epoca mitica.

Previous post

La «Petite messe solennelle» in piazza del Popolo, in memoria delle vittime del Covid-19. Ricci e Vimini: «Dal Rossini Opera Festival parte la rinascita di Pesaro» 

Next post

Fano, contrasto al traffico di cocaina, arrestati dai carabinieri due spacciatori seriali.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.