Cultura

Con le Parole giuste, 7a edizione. Le parole della giustizia nella filosofia, nella letteratura, nella società

Diamo importanza alle parole

Dalla scuola al paesaggio, passando per il patrimonio e il potere: un viaggio in Italia e nel mondo attraverso le parole di ospiti d’eccezione per la settima edizione della rassegna

che si aprirà il 21 novembre

Tutto è pronto per la settima edizione della rassegna “Con le parole giuste. Le parole della giustizia nella filosofia, nella letteratura, nella società“, organizzata dal Comune di Fano (Assessorato alle Biblioteche e alla Legalità Democratica, Mediateca Montanari, Biblioteca Federiciana) e dalla Fondazione Federiciana in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati – sezione Marche, che negli anni è cresciuta sia per gli ospiti coinvolti che per la partecipazione del pubblico. Anche l’edizione 2017-2018 sarà caratterizzata da personalità di spicco nei campi dell’impegno civile, della filosofia e della letteratura che stimolano a riflettere su alcune parole chiave che in ambito giudiziario hanno un significato, ma che in altri settori assumono senso e peso diversi, per discutere del valore del linguaggio da prospettive eccentriche.

Le parole di quest’edizione sono di estrema attualità, al centro di dibattiti, conferenze e saggi: scuola, libertà, potere, patrimonio, persona, paesaggio, giustizia, vittime. In controtendenza rispetto alla realtà, che spesso ci sommerge di parole senza comunicarci effettivamente niente, la rassegna ne prende in considerazione otto e le analizza attentamente, tirandone fuori il significato intrinseco, ponderando variabili e valutando le conseguenze di ognuna di esse, per consegnare al pubblico affezionato che ci segue un quadro sempre interessante del mondo che ci circonda.

La rassegna sarà inaugurata il 21 novembre con l’incontro “Scuola. Superare la povertà educativa“; ospite della Mediateca Montanari sarà il giornalista Giulio Cederna che presenterà l’Atlante dell’infanzia a rischio 2017 – Lettera alla scuola di Save the Children Italia, per un viaggio nella maggiore istituzione educativa del nostro Paese. L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi educativi e Fano Città delle bambine e dei bambini e sarà introdotto da Samuele Mascarin, assessore alle Biblioteche e ai Servizi educativi.

Libertà. Un diritto irrinunciabile” è il titolo del secondo incontro, il 6 dicembre, con la giornalista Asmae Dachan, che ci presenterà il suo ultimo libro, Il silenzio del mare (Castelvecchi, 2017); l’incontro sarà moderato dalla giornalista Sabrina Gouizi.

 

Il nuovo anno si aprirà con l’appuntamento “Potere. Miseria e nobiltà del capitalismo italiano” con un altro ospite d’eccezione: il giornalista del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli, che ha recentemente pubblicato Poteri forti (o quasi), storia del potere in Italia negli ultimi quarant’anni.

La rassegna proseguirà il 14 febbraio con lo storico dell’arte Tomaso Montanari, protagonista dell’appuntamento “Patrimonio. In difesa della cultura“, in cui si farà il punto sulla valorizzazione dei beni culturali.

Il 3 marzo la Mediateca ospiterà Massimiliano Marotta, presidente dell’Istituto italiano per gli studi filosofici: “Persona. In ricordo di Stefano Rodotà” sarà una lezione su quanto ci ha lasciato il celebre costituzionalista scomparso lo scorso giugno.

Il 23 marzo saranno due gli ospiti per l’incontro “Paesaggio. Prima che sia troppo tardi“: Salvatore Settis, archeologo e storico dell’arte, e Massimo Bray, ex ministro e direttore dell’Enciclopedia Treccani, animeranno un dibattito sui principi, spesso violati, di difesa e tutela del territorio.

Giustizia. Basta la parola?” sarà il titolo dell’incontro di aprile con il magistrato Piercamillo Davigo, giudice di Cassazione ed ex pm di Mani pulite: un viaggio attraverso una parola complessa con tutte le sue accezioni e i suoi limiti.

La proiezione del film Vittime. Gli anni di piombo di Giovanna Gagliardo per il consueto appuntamento “Vittime. Per non dimenticare” sarà l’ultimo incontro della rassegna il 10 maggio, prima della festa finale alla Fattoria della Legalità di Isola del Piano, che accoglierà gli studenti di tutta la provincia nella giornata di sabato 20 maggio.

A testimoniare il forte legame della rassegna con la scuola, la grafica sarà affidata agli studenti dell’Istituto Olivetti, guidati dal professor Gian Luca Proietti, che per ogni appuntamento individueranno un’immagine a rappresentare il tema trattato.

Il programma della rassegna potrebbe subire variazioni; vi invitiamo a seguire gli aggiornamenti sul sito della MeMo e sulla pagina Facebook.

 

Comments

comments

Previous post

MiBACT per la fotografia #15 Urbino evento promosso da ISIA Urbino e SISF giovedì 16 novembre 2017, ISIA Urbino

Next post

Arrestato 24 enne richiedente asilo politico per detenzione ai fini di spaccio

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>