News

“Il mio bar non è un night” (e io voglio riaprire)

Intervista ad Alessandro Sgaggi, titolare del Caffè del Corso di Urbino che ha presentato ricorso al TAR contro il provvedimento del Questore che lo ha costretto a chiudere sospendendogli la licenza di pubblico esercizio per 15 giorni. Il provvedimento è dovuto a quando nella notte tra giovedì 13 e venerdì 14 novembre il personale della sezione amministrativa del locale Commissariato e dei Carabinieri è intervenuto presso l’esercizio in argomento, ove era in corso un intrattenimento danzante non autorizzato, con musica ad alto volume, d.j. e due “cubiste”, che ballavano sopra il bancone.

Il Questore di Pesaro, in considerazione che già in precedenza il locale era stato sanzionato per l’emissione di musica ad alto volume durante la notte, ha emesso un decreto di sospensione dell’attività per 15 giorni. Inoltre il titolare dell’esercizio pubblico è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di dell’art. 681 c.p. per l’apertura abusiva di locali di pubblico spettacolo e sanzionato ai sensi dell’art. 666 c.p. per l’apertura di spettacoli o trattenimenti pubblici.

http://www.tele2000.eu/?p=2122

Comments

comments

Previous post

MYO, la Mondaino Young Orchestra alla Settimana delle Lingue del Liceo Raffaello Urbino

Next post

Per l'Immacolata un lungo week end di cultura

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>