cronacaNews

Recuperata tela Barocci rubata a Urbino, era all’asta a Genova

I carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio artistico di Genova hanno recuperato la porzione di una importante tela del Barocci (1558) rubata agli inizi degli anni 80 in duomo a Urbino. La ‘testa di fanciullo’ si trovava in una notissima casa d’aste genovese sotto la dicitura ‘Testa di bimbo di cm 40×42′ attribuito a un anonimo pittore veneto del XVII secolo con una stima massima di 800 euro. L’asta avrebbe dovuto esser battuta il 31 maggio. La porzione della tela è stata riconosciuta sul catalogo della casa d’aste da un gallerista pesarese che ha avvisato l’assessore alle Arti a Rimini Massimo Pulini che ha confermato i sospetti del gallerista: quel frammento era la testa del bambino perduta del Barocci. Pulini ha subito avvisato il Nucleo tutela patrimonio artistico dei Carabinieri che ha recuperato la frazione della tela.
   

Comments

comments

Previous post

Evasi 20 milioni di euro, condannati 3 imprenditori di una cooperativa Edile fanese. Confiscati beni per oltre 1,2 milioni di euro

Next post

Tutto pronto per Fano Geo, sabato mattina l'inaugurazione

Alice Gambacorta

Alice Gambacorta

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>