News

I docenti della Carlo Bo nella top 100.000 degli scienziati

LA CLASSIFICA MONDIALE DEI MIGLIORI RICERCATORI PREMIA URBINO

 

Un approfondito studio di bibliometria, la scienza che utilizza tecniche matematiche e statistiche per analizzare la quantità, la qualità e la diffusione delle pubblicazioni all’interno delle comunità scientifiche, è stato appena pubblicato sulla rivista internazionale “Plos Biology” e firmato dal prof. John Ioannidis (Stanford University, CA, USA) con Kevin Boyack (SciTech Strategies, Inc., Albuquerque, NM, USA) e Jeroen Baas (Research Intelligence, Elsevier B.V., Amsterdam, the Netherlands).

Il lavoro si basa sui dati ricavati a maggio 2020 dal database per la ricerca scientifica mondiale “Scopus”, aggiornati con gli indicatori di citazioni standardizzate per l’anno 2019, relativi a 7 milioni di ricercatori di Università e Centri di ricerca di tutto il mondo, divisi in 22 campi scientifici e 176 sottocampi, che hanno pubblicato articoli che hanno accelerato il progresso nel proprio settore e influenzato fortemente l’attività di altri studiosi.

Una prima classifica ha considerato l’intera carriera dei ricercatori, e vede presenti per l’Ateneo di Urbino Mauro Magnani, Ferdinando Mannello, Giovanni Molica  Bisci, Raffaella Servadei, Achille Cappiello, Luciano Stefanini, Marco Bernardo, Alessandro Bogliolo. Una seconda ha preso in esame esclusivamente i lavori pubblicati nel 2019 e qui compaiono i nomi di Raffaella Servadei, Almo Farina, Giovanni Molica Bisci, Ferdinando Mannello, Luciano Stefanini, Mauro Magnani, Giorgio Spada e Luca Casettari. I dati completi sono reperibili alla pagina:

https://journals.plos.org/plosbiology/article?id=10.1371/journal.pbio.3000918

 

“E’ un risultato che ci riempie di orgoglio, che conferma la qualità dei docenti del nostro Ateneo e il lavoro che portiamo avanti da anni per accrescere la qualità della ricerca” dichiara il rettore Giorgio Calcagnini “. Mi congratulo con i colleghi per questo eccellente risultato che deve spronarci a proseguire nella direzione intrapresa. Si tratta di un segnale importante per tutta la comunità accademica: risultati di questo livello si ottengono soltanto con un lavoro di squadra che deve rendere fiera l’intera comunità accademica e il personale tecnico e amministrativo”.

 

 

Previous post

Lotteria Italia, va a Pesaro il primo premio da 5 milioni di euro

Next post

Vallefoglia: il Sindaco Ucchielli chiede la collaborazione all’Ateneo Urbinate per la realizzazione di un Polo Tecnologico a Morciola.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.